Le soglie dello sguardo

le soglie dello sguardo

Galleria San Carlo
Milano
5 novembre – 7 dicembre 2015
Catalogo con presentazione di Alessandro Azzoni
e con una testimonianza di Pierre Restany

Vanna Nicolotti inizia ad operare negli anni ’60 a Milano, nel segno della rivoluzione spazialista iniziata da Lucio Fontana. Progressivamente libera l’opera da ogni segno superfluo fino a giungere al monocromo e sovrappone più tele intagliate a creare quadri-oggetto, che non sono più rappresentazioni ma zone potenziate dello spazio stesso. Come Paolo Scheggi o Dadamaino, anche Vanna Nicolotti lavora sul concetto di taglio, come modo di attraversare la tela verso mondi altri.
“Gli oggetti di Vanna Nicolotti sono oggetti critici che ci costringono a combattere l’automatismo e i riflessi a tic della visione. (…) il fascino dell’intero percorso sta nel mistero inerente a ogni oggetto, trappola per la visione, apertura spalancata verso l’oltre delle cose.” Così scriveva il grande critico Pierre Restany nel 1971 a proposito del lavoro della Nicolotti.
Nella mostra alla Galleria San Carlo di Milano Vanna Nicolotti espone alcuni esempi delle ricerche degli anni ’70, le Strutture mandala, che si rifanno alla tradizione orientale dell’immagine astratta e contemplativa: sono oggetti meditativi, “soglie” per lo sguardo. Dai Mandala alle Porte: nelle quali il dipinto si fa chiaramente apertura su uno spazio altro, dispositivo per una pratica yoga, architettura astratta.

inaugurazione giovedì 5 novembre 18.30

orari tutti i giorni escluso la domenica ed il lunedì mattina
dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30
contatti GALLERIA SAN CARLO
via Sant’Agnese, 16 – 20123 Milano – Italy
tel. +39 02 794218 | fax +39 02 783578
info@sancarlogallery.com | http://www.sancarlogallery.com



I commenti sono chiusi.

Esprit de Géométrie, Esprit de Finesse – Opere recenti 2011-2013
Strutture del Quarto Mondo 1975